Attività

Saranno organizzati laboratori per recuperare l’importanza della trasmissione di cultura e insegnamenti, orali o scritti, i quali possono essere tramandati dagli anziani ai giovani tramite l’organizzazione di incontri programmati.I giovani attraverso la narrazione verranno educati all’ ascolto attivo, sensibilizzati al piacere e al fascino del racconto e della comunicazione, stimolati al pensiero critico, al confronto e alla riflessione. I laboratori intergenerazionali di narrazione e tradizione orale scaturiscono da una precisa motivazione: il rischio che, attualmente, l’anziano non sia più ritenuto capace di trasmettere e di insegnare il proprio sapere e si trasformi così da soggetto sociale a oggetto di preoccupazione sociale. I nonni passeranno un’ oretta con i nipoti, ma potranno essere coinvolti anche gli anziani che non sono i nonni degli adolescenti coinvolti. Insieme si possono realizzare dei piccoli lavori artistici  con materiale vario: pasta, vimini, lana, cotone.In tali gruppi di laboratorio l’anziano legge la propria età, ne scopre i frutti, per metterli a disposizione, in un dialogo intergenerazionale. Tale dialogo parte dal presupposto di aver qualcosa di “interessante” da comunicare, dall’accettazione della propria esperienza, dalla  consapevolezza di vivere un’età ricca di frutti da donare .I ragazzi  che non hanno i nonni vicino potrebbero incontrare altri nonni e godere dei loro racconti, della loro presenza, del loro affetto.