Progetti

La chiave di volta del progetto “Spazi d’incontro” risiede nel bisogno di restituire le storie di vita a coloro che ne sono i protagonisti e che, quindi, possono diventare gli unici interpreti di un percorso volto al cambiamento e all’ assunzione di nuove responsabilità. Poter compensare i ruoli perduti acquisendone dei nuovi, sviluppare la cultura, la curiosità per il sapere e gli interessi durevoli fa sì che la vecchiaia rimanga un’età intensa della vita,fonte di autonomia e di benessere. I nonni possono essere fattore di sicurezza, equilibrio e respiro, non solo quando i nipoti sono piccoli, fino all’ ingresso nel mondo della scuola, ma anche nell’ età dell’adolescenza e giovinezza.

La finalità del progetto è elevare sempre più la qualità della vita dei giovani, adulti e anziani  e, contemporaneamente, mantenere l’attività, il tempo libero, l’aggregazione, ritardare il deterioramento fisico e il disimpegno sociale necessario per cercare di conservare al massimo l’autonomia, combattere l’isolamento agendo sulla rete sociale e familiare.

L’intento è quello di sviluppare relazioni tra persone, tra generazioni, tra ruoli, tra ambienti, generando così beneficio per l’intera comunità. Crescere attraverso relazioni significative, in cui gli stimoli culturali costituiscono una specie di impalcatura (attività culturalmente organizzate come  narrazioni evitando di cristallizzare routine famigliari e societarie) può rafforzare una relazione basata sul rispetto dell’altro, sospendendo l’utilizzo di pregiudizi e luoghi comuni che troppo spesso prevale nei piccoli centri abitati del nostro territorio.